Curiosità dagli archivi

Nel giugno del 2018 acquistai al mercatino di Pieve di Cento una fotografia che mi attirò particolarmente per l'atmosfera che vi leggevo: una strada di Bologna affollata di persone vestite in abiti di un'altra epoca, venute ad assistere probabilmente ad un evento importante.

Le indagini attraverso le quali ho cercato di collocare la foto nel tempo e nello spazio della nostra città, più che portare a delle certezze assolute, mi hanno aiutato a ricavare da questa foto d'epoca tante altre storie su Bologna. E questo è il bello di ogni ricerca.

L'atto notarile che ho tra le mani risale al 1831. I protagonisti della trattativa sono Antonio Passerini, il Nobiluomo Signor Cavaliere Priore Giuseppe Gozzadini ed il Signor Alessandro Sacchetti. La storia di questo atto comincia parlando del Podere Bell'Onda di Argelato.

Le collezioni private possono rappresentare un'enorme riserva di informazioni e spunti di riflessione storica. E' il caso di alcune cartoline della collezione privata di Fabio Neri, che ci parlano di uno degli argomenti forse più dimenticati della Seconda Guerra Mondiale: gli Internati Militari Italiani nei campi di prigionia nazisti.

Ho tra le mani una foto acquistata ad un mercatino dell'antiquariato. L'ho trovata particolarmente interessante non appena l'ho vista, poiché credo che racconti un momento della storia di un'importante azienda. Nell'osservarla vengo trasportata improvvisamente indietro nel tempo.