Monumento Edoardo Weber, Augusto Panighi – Venanzio Baccilieri, 1954-1957

Monumento Edoardo Weber, Augusto Panighi – Venanzio Baccilieri, 1954-1957

Specifiche: Edoardo Weber – N. 29 novembre 1889 – Scomparso a Bologna il 17 maggio 1945

 

Localizzazione: Certosa di Bologna, Chiostro del 1500, Sala Weber

 

Artista: Progetto di Augusto Panighi (1908-1979) - Realizzazione di Venanzio Baccilieri (1909-1984)

 

Descrizione: La tomba dedicata al grande industriale venne realizzata per volontà di Anna Bolelli in memoria del marito Edoardo Weber, fu progettata da Augusto Panighi e realizzata da Venanzio Baccilieri. E' composta da un sarcofago in marmo di Carrara a pianta ellittica, dinanzi al quale si trova un cippo con il busto raffigurante il defunto. Lungo il sarcofago sono collocati una serie di fregi rappresentanti episodi dell'industria fondata dall'ingegnere, che celebrano il tema del lavoro in modo concettuale. Con la sua connotazione purista, il fregio pone l’autore a contatto con quel clima realista tipico della pittura del periodo, lontana dalla retorica classicista.
Il monumento funebre è caratterizzato da due epigrafi: quella posta sotto il ritratto ricorda i meriti di Edoardo Weber in vita, la sua nomina a Cavaliere del lavoro e Cavaliere della Corona d'Italia, il fervido ingegno col quale creò ed organizzò un'opera che ha valicato i confini dell'Italia, suscitando ammirazione in tutto il mondo. Quella posta sul retro del sarcofago, ci ricorda la tragica scomparsa dell'imprenditore nei tragici momenti che seguirono la Liberazione d'Italia ed il suo corpo mai rinvenuto: "Non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l'anima. S. Matteo . X . 28".

Uno degli aspetti che trovo più significativi e commoventi di questo eccezionale monumento, considerato a ragione uno dei capolavori della Certosa di Bologna, è che il corpo di Weber, nonostante le ricerche, non fu mai ritrovato e quindi non riposa qui. La moglie, deceduta nel 1985, giace qui senza di lui. In vita, non ha mai potuto avere la consolazione di seppellire i resti dell'amato consorte nel monumento funebre a lui dedicato. Spero che nell'Aldilà le loro anime abbiano potuto riunirsi in un eterno abbraccio.

 

 

Links e documenti utili alla redazione della scheda:

 

 

 

 

Date

16 Gennaio 2022

Tags

certosa bologna, chiostro 1500, chiostro IV, monumento funebre, sala weber